Seleziona una pagina

Guadagnare sul Tuo blog.

Spero Tu abbia già letto, amico visitatore, il mio post precedente <post> dove ho cercato, a grandi linee, di spiegare come si possa guadagnare, gestendo un blog, grazie alle caselle promozionali di Google AdSense.

In quel post, abbiamo visto come siano numerosi i parametri che possono intervenire nell’ottenimento, grazie ad AdSense, di piccoli o grandi guadagni: il numero e la qualità dei post, l’ottimizzazione SEO del sito e degli articoli, i link interni ad ogni articolo, i backlinks, ecc.

Certamente, la “notorietà” del blog e l’interesse che i suoi post suscitano spontaneamente nel pubblico influenzano in modo determinante il numero di visite e di “impressions” che potrai ricavare in modo spontaneo. Ho altresì già specificato che per guadagnare grazie alle impressioni ed alle semplici visualizzazioni è impresa ardua. Solo in pochissimi, determinati, testardi, motivatissimo blogger riescono in questo intento. La stragrande maggioranza degli altri “scrittori”, dopo qualche settimana di strenuo impegno e di tentativi più o meno costanti, visti i risultati deprimenti, abbandona il blog o, quantomeno, le velleità di trarne un profitto significativo e corroborante.

Guadagnare: come incrementare?

Per incrementare i guadagni, quindi, dobbiamo prima di tutto incrementare le visite. Come riuscirci?

Il primo e più elementare metodo è quello di pubblicare post interessanti e coinvolgenti con costanza. Non è facile né trovare argomenti coinvolgenti né tanto meno riuscire a farlo con costanza. Pubblicare un post alla settimana può anche andar bene dopo un anno di “vita” del blog, ma all’inizio l’attività deve essere più frequente.

Il secondo modo per aumentare le visite “spontanee” è quello di condividere ogni post sui Tuoi canali social, in primis Facebook e Twitter ma, a seconda del “tema” trattato, non dimenticare Pinterest e LinkedIn. Anche in questo caso, però, se fino a ieri non hai mai usato i Social Network… non pensare che in due o tre giorni di presenza e di condivisioni Tu possa ottenere miracoli. Pensa anche ad iscriverTi a qualche gruppo tematico, coerente con l’argomento del Tuo blog, ma non eccedere! Se i tuoi primi post saranno meramente “promozionali”, potresTi essere escluso dal gruppo o, nel migliore dei casi, risultare “poco simpatico”. Prima di condividere, sii “social” e metti like agli articoli degli altri, commenta (positivamente!) i più recenti, interagisci con gli altri utenti da utente.

Guadagnare più in fretta? Ok, ma con criterio.

Se tutto questo procedimento non soddisfa pienamente le Tue aspettative di guadagno, ci sono alcuni escamotages piuttosto facili da attuare ma… bisogna specificare da subito che sono, appunto, escamotages poco “puliti” e che, se attuati senza prudenza e senza una sana dose di buon senso, possono anche produrre delle conseguenze assai negative.

Un modo poco “pulito” di incrementare i guadagni ottenuti con AdSense è quello di “scambiare” visite e click con altri utenti che hanno, chiaramente, un blog o un sito web con le caselle AdSense. Nel complesso, questa attività produce un miglioramento delle performance e, a meno di non gestire i ltutto senza alcun criterio logico e di prudenza, non implica grossi rischi di essere “bannati” da parte di Google. Raccomando di selezionare man mano degli interlocutori seri e meticolosi, di chiedere a ciascuno di loro di visitare molte pagine prima di cliccare su una ads e di non fare scambi troppo ravvicinati nel tempo con gli stessi interlocutori. Potendo, sarebbe anche intelligente scambiare click con utenti che “parlino” la lingua del blog.

Nella dashboard di Google AdSense ci sono alcuni parametri che non dovrebbero superare certi livelli di prudenza. In particolare, il CTR (media tra il numero di click e le pagine viste) non dovrebbe mai risultare, a fine giornata, superiore al 10%, meglio se al di sotto del 6-7% (che significa, in buona sostanza, che abbiamo ricevuto 1 click ogni 15-18 pagine visitate).

Guadagnare ancora più in fretta? Attenzione, però.

Spingendoci ancora un poco oltre il labile confine tra lecito ed illecito, una possibilità per incrementare ulteriormente il numero di visite e di click del proprio blog è quello di usare dei browser per la navigazione “anonima” o, ancora un passo in là, usare una VPN (in parole povere, un software per reindirizzare il proprio IP ad un’altro punto della rete). Non ho specificato, forse perché considero scontato, che i propri “auto-click” non solo non sono validi, ma possono facilmente provocare da parte di Google la chiusura dell’account e l’azzeramento dei guadagni pre accumulati. La ragione è tanto ovvia che non credo necessario approfondirne qui i pochi aspetti non palesi.

Usando però un browser per la navigazione anonima (Mozilla e Opera lo prevedono di default, su altri non saprei), in TEORIA, l’IP non viene rivelato e rilevato dai siti che vengono visitati. Pertanto, usando questo tipo di navigazione, si potrebbe (condizionale d’obbligo!) sperare di aggirare l’ostacolo rappresentato dal riconoscimento che il click arriva dal proprietario del blog. Francamente, lo sconsiglio. I rischi sono davvero eccessivi per i benefici che una tale pratica può produrre.

L’uso invece di una VPN (ne esistono di gratuite e altre a pagamento), se si sceglie un fornitore serio ed affidabile, dà maggiori garanzie di anonimato. Le migliori VPN sul mercato permettono di scegliere anche la località, intesa come nazione, da cui “uscire” e da cui connettersi ad internet. Con una “auto-visita” fatta con un tipo di VPN del genere, non è probabile che Google riesca ad invalidare il click. Personalmente, ho fatto un paio di timidissime e cautissime prove e il risultato è stato positivo, ma raccomando la massima attenzione nell’uso di questo stratagemma; è infatti ovvio che si tratta di un “aggiramento” delle regole di AdSense e, in buona sostanza, si tratta di una attività illecita e vietata.

Il tema è affascinante e coinvolgente. Di certo ci tornerò presto con altre indicazioni, riflessioni, suggerimenti. Per ora, Ti lascio con una serie di “note”:

  • se il post Ti è piaciuto, puoi “dirmelo” con un click in una casella qui sopra, sotto o di fianco 🙂
  • se, dopo tanta concentrazione, vuoi svagarTi un po’, visita il mio blog dedicato alla fotografia
  • se vuoi approfondire seriamente, puoi acquistare: questo libro 

 


GUTE-URLS

Wordpress is loading infos from amzn

Please wait for API server guteurls.de to collect data from
amzn.to/2o11Anl

it_ITItalian
it_ITItalian

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi